May 24, 2017 - 548 Views

Illuminiamo il futuro con l’associazione Don Milani – Punto Luce Gioiosa

Ed anche quest’anno si è conclusa la settimana di iniziative dal 4 al 9 Aprile 2017 nell’ambito della Campagna Italia promossa da Save the Children per combattere la povertà educativa.
Tutti i Punti Luce d’Italia hanno organizzato eventi sui loro territori in partnership con altri enti e associazioni locali dando la possibilità a bambini e ragazzi di incontrarsi, conoscersi, socializzare, fare delle attività insieme. Le stesse sono state del tutto gratuite. L’Associazione Don Milani – Punto Luce Gioiosa ha avuto un programma ricco e differenziato. La prima giornata è iniziata con “Un mondo a colori”, e con la lettura della fiaba del topolino Federico. I bambini si sono molto appassionati poiché la storia stessa veniva mimata e animata con personaggi e oggetti. Alla fine della lettura, ogni bambino dall’insegnamento tratto, ha disegnato su un cartoncino giallo che raffigurava un raggio di sole un suo personale pensiero. Quando tutti hanno finito, un animatore vestito e truccato da vento è entrato in ogni stanza dove si stava tenendo la performance e ha dispensato palloncini ai bambini dopo aver fatto loro delle domande sulla comprensione del testo. I raggi del sole sono stati raccolti e inseriti alla fine su un grandissimo sole giallo a ricordo di questa esperienza. Alla fine del pomeriggio i bambini entusiasti e divertiti hanno lanciato in cielo fra risa e grida delle lanterne. Nel secondo pomeriggio “Incontro e partecipazione” c’è stato un gemellaggio con un Liceo di Arzignano (VI), nella prima parte del pomeriggio il Punto Luce si è presentato descrivendo tutte le attività che svolge sul territorio e i progetti in cantiere, in seguito i ragazzi hanno formato dei piccoli gruppi e hanno iniziato a dialogare e raccontarsi.
Nonostante la differenza d’età lo scambio è stato gradevole, il tutto si è concluso con una merenda e un paio di partite a biliardino, come in effetti qualcuno poco tempo fa menzionava come migliore fonte di socializzazione…. Uscendo fuori sul territorio e utilizzando gli spazi rinnovati delle ex ferrovie di Gioiosa Marina, la piazza è stata il luogo dell’iniziativa “Giocando si impara” in collaborazione con i gruppi Scout. I ragazzi si sono divisi in squadre colorate e hanno gareggiato in più giochi (corsa col sacco, Roverino, scout ball). Il divertimento è stato tanto, sono stati coinvolti passanti e frequentatori abituali della piazza in un clima spensierato. A fine serata tutti in cerchio seduti a terra, hanno espresso un desiderio scrivendolo su un aquilone di carta colorata da attaccare ad uno più grande, che è stato fatto volare in alto assieme alle lanterne. Qualche difficoltà si è avuta nel far prendere il volo ai “troppi” desideri espressi……Il gioco come fonte di socializzazione. Durante le ore dedicate a “Prendiamoci cura dei nostri denti” nello specifico un laboratorio sull’igiene orale tenuto da una dottoressa che alla fine dei consigli sulla cura dei propri denti ha dispensato dentifrici e attestati di partecipazione a tutti, i ragazzi hanno riflettuto sulla loro alimentazione e modo di pulire la propria bocca facendo domande, chiedendo spiegazioni, portando paragoni con i loro nonni con problemi ormai avanzati….
Un momento molto coinvolgente quando ognuno ha potuto imparare bene a spazzolare i denti su una grande mascella di plastica portata dalla dentista per dare l’esempio. Le ragioni dell’orto, un laboratorio sulla semina e messa a dimora delle piante ha visto come location una sala del Teatro al Castello di Gioiosa Superiore. Partner ufficiale il presidio Slow Food Calabria. I referenti hanno mostrato ai ragazzi come si seminano le verdure base per fare un orto in casa (pomodori, zucchine, melanzane, basilico, cipolla). Dalla scelta del terriccio, al modo di posizionare le piantine, all’attenzione durante l’annaffiamento. I ragazzi hanno messo subito le mani in pasta, questa attività li ha coinvolti particolarmente. Una sana merenda a base di pane casereccio e olio d’oliva locale ha concluso il pomeriggio. Le piantine rimaste sono state coltivate nel giardino dell’associazione, ed i ragazzi stanno continuando ad occuparsene nella speranza che si possono avere approvvigionamenti a breve.
La Campagna Illuminiamo il Futuro è terminata alla Libreria Mondadori di Siderno, all’interno del centro commerciale dove si è svolta la Giornata dell’abbraccio, performance e incontro sull’affettività con ospiti storici dell’arte, curatori olistici e altri professionisti che hanno spiegato l’importanza ed il potere dell’abbraccio nelle relazioni affettive.
Il seminario è stato tenuto dopo alcune ore di pratica dell’abbraccio stesso; i bambini si sono buttati nelle braccia dei passanti, indossavano dei cartelli con la richiesta di un abbraccio, interessanti le reazioni (documentate fotograficamente) dei passanti dall’accettazione al rifiuto. Questo e gli altri pomeriggi sono stati utilizzati anche per raccogliere le firme sulla petizione che Save the Children sta portando avanti, la richiesta cioè di asili nido e mensa scolastica per tutti senza discriminazioni. Il bilancio della settimana è stato molto positivo.
Top
All for Joomla All for Webmasters
Questo sito web utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione,scorrendo questa pagina l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. More details…